• 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9

La Psicomotricità

 

Che cosa è la Psicomotricità da noi proposta e i suoi obiettivi

 

La Psicomotricità è un’attività di gioco e movimento che favorisce la crescita globale del bambino privilegiando il gioco spontaneo, attraverso il quale il bambino esprime le proprie potenzialità di movimento, di relazione, le proprie emozioni e i propri bisogni.

 

Nella sala di psicomotricità il bambino è accompagnato e accolto dallo psicomotricista (formato alla Pratica Psicomotoria di B. Aucouturier), che organizza spazi e materiali garantendone la sicurezza.

 

Ognuno dei tre spazi definiti preparati dallo psicomotricista ha una funzione dominante rispetto agli altri nel processo evolutivo del bambino: si tratta dello spazio del gioco sensomotorio, del gioco simbolico e delle rappresentazioni. Il bambino giocando nella sala di psicomotricità parla di sè e della sua crescita e permette allo psicomotricista di intervenire giocando con lui per sostenerlo e aiutarlo in questo percorso.

 

Ciò che il bambino trova nella sala di psicomotricità è materiale adatto per saltare, rotolare, scivolare e altro specifico materiale poco o per nulla strutturato, come cubi e parallelepipedi di gommapiuma colorati, teli, foulards, pupazzi, che permette un investimento emozionale e dell'immaginario. A disposizione dei bambini vi è anche materiale per disegnare,modellare, ritagliare e cubetti di legno per le costruzioni.

 

Qui di seguito proponiamo alcuni obiettivi dell'intervento psicomotorio, che partono dall'osservazione del bambino e adattati alle sue caratteristiche individuali:

  • osservazione del bambino e delle sue abilità, potenzialità e difficoltà.
  • accettazione della figura adulta come riferimento da cui è possibile imparare, a cui si può chiedere aiuto
  • favorire il rispetto del matriale proprio e dell'altro
  • favorire l'aumento dei tempi di attesa e attenzione
  • offrire la possibilità di sperimentare in un ambiente protetto le proprie capacità motorie
  • favorire le capacità di espressione, comunicazione e relazione

 

La psicomotricità può essere di piccolo gruppo o individuale, a seconda delle necessità del bambino.

Lo psicomotricista incontra periodicamente i genitori del bambino per uno scambio di osservazioni e per dare consigli su come sostenerlo e favorirlo nella crescita.

 

OLTRE  AI GRUPPI SI PSICOMOTRICITA' PROPONIAMO I GRUPPI DI  PSICOMOTRICITA' ed ARTE. Sono condotti da una psicomotricista e da un' arte terapeuta e prevedono momenti di movimento e gioco alternati a momenti di laboratorio espressivo. Analogamente ai gruppi di psicomotricita', si pongono come obiettivo il sostegno nella crescita del bambino, il favorire la capacità di comunicare, esprimersi, stare in relazione. Essendo un'attività rivolta anche a bambini che frequentano la scuola primaria, un'attenzione particolare è rivolta a migliorare la capacita' di raccontare e raccontarsi, all'uso del linguaggio e all'aumento dei tempi di attenzione.

Le nostre attività sono rivolte sia a privati sia a scuole ed enti pubblici.